hb

Stazione Consorziale Sperimentale di Granicoltura per la Sicilia - Copyright © - SSGC
index competenze storia staff dove siamo info & contatti enti consorziati trasparenza

PUBBLICAZIONI

La Stazione è sempre stata molto attiva nel campo della pubblicazione delle ricerche e degli studi condotti. Queste pubblicazioni divulgative, rivolte alla comunità scientifica di settore, possono essere richieste tramite questa pagina.

Molte pubblicazioni (o estratti di esse) sono gratuitamente disponibili in formato digitale. Visualizzate l'elenco completo in questa pagina e richiedete una copia a questo indirizo: e-mail

L'elenco completo delle pubblicazioni scaturite dalla ricerca scientifica è consultabile in questa pagina (queste pubblicazioni non sono disponibili nel formato digitale).

i grani antichi siciliani

I grani antichi siciliani
Manuale tecnico per il riconoscimento delle varietà locali dei frumenti siciliani

Gianfranco Venora – Sebastiano Blangiforti

Nel suo viaggio millenario il frumento ha incontrato una tappa fondamentale: la Sicilia. Nel corso dei secoli si è fissato in cinquanta varietà ben precise che hanno contribuito a costruire l’identità dell’isola: i famosi Grani Antichi. Un libro che, tra geografia e storia, ricostruisce la loro vicenda. Un manuale che si rivolge ai contadini, ai semplici amatori, ai consumatori consapevoli e a tutti coloro che hanno a cuore una storia che parte da lontano.

Con le presentazioni di Umberto Anastasi, Bonetta dell’Oglio, Giovanni Galesi, Paolo Guarnaccia e Alfio Spina.

Autore:  Gianfranco Venora e Sebastiano Blangiforti
Editore: Le Fate
Pagine: 196
Anno: 2017
ISBN-13: 978-88-940976-6-5

€ 20,00 (escluso spese di spedizione)

Acquistando il libro assieme al cofanetto "I FRUMENTI SICILIANI" di U. De Cillis il prezzo dei due voluni è di € 40,00 - contattare: info@granicoltura.it - (escluso spese di spedizione)

“I grani antichi siciliani” - il primo manuale tecnico per il riconoscimento delle varietà locali dei frumenti siciliani, l’ultimo volume prodotto dalla Casa Editrice “Le Fate” di Ragusa, scritto da Gianfranco Venora e Sebastiano Blangiforti, ricercatori della Stazione Sperimentali di Granicoltura per la Sicilia, è un importante contributo alla valorizzazione di un patrimonio culturale e alimentare unico, che ha fatto e fa della Sicilia il crocevia naturale di una nuova rivoluzione, di un nuovo modo di intendere il cibo.

Il libro si compone di due parti: la prima più argomentativa nella quale gli autori tracciano per grandi linee il viaggio millenario del frumento, approdato già alcuni millenni fa in Sicilia, dove nel corso dei secoli si è fissato in cinquanta varietà ben precise che hanno contribuito a costruire l’identità dell’isola. La vicenda dei cosiddetti grani antichi è ricostruita nel libro, tra geografia e storia, linguistica e curiosità. La seconda parte, solo un po’ più tecnica, si rivolge ai contadini (“i veri custodi di questo patrimonio”), ai semplici amatori, ai consumatori consapevoli e a tutti coloro che hanno a cuore una storia che parte da lontano. Cinquanta schede corredate da testi esplicativi, foto a colori e mappe lo rendono un testo pratico da consultare, accurato nell’edizione e, volendo, spiccatamente interattivo: i contenuti più squisitamente tecnici sono comunque consultabili e scaricabili attraverso un codice QR.

Un libro che, aldilà delle mode del momento, cerca di fissare alcuni punti fermi nella conoscenza dei grani antichi siciliani e costruire un ponte tra la tradizione del passato e le sfide del futuro perché, come scrivono nella loro presentazione i professori del Dipartimento di Agricoltura, Alimentazione e Ambiente dell’Università di Catania, Umberto Anastasi e Paolo Guarnaccia, “disponiamo ancora di un patrimonio genetico di straordinario valore scientifico e culturale, la cui ricchezza non ha eguali, attraverso il quale potremo fronteggiare la sfida dell’incertezza climatica conservando quella combinazione unica di molecole (nutrienti, bioattivi, aromi) che fa di un piccolo chicco uno scrigno che racchiude una grande complessità in evoluzione, da consegnare alle future generazioni”.

 

I FRUMENTI SICILIANI

Editore Maimone Catania

 

 

1° Volume:
Ugo De Cillis -" I Frumenti Siciliani"

Formato: cm 16x23;
Rilegatura: in brossura

Cofanetto composto da

2 volumi:

I FRUMENTI SICILIANI

patrimonio da mantenere e valorizzare
Editore Maimone Catania

 

2° Volume:
Giulia Gallo, Oriana Porfidi, Gianfranco Venora, Grazia Maria Lombardo, Sebastiano Blangiforti

"I frumenti Siciliani" testimonia l'impegno profuso dalla Stazione nell'ultimo cinquantennio per la salvaguardia di preziose risorse vegetali, patrimonio della Sicilia e di tutta l'umanità.
L'opera è in due volumi: la riedizione anastatica del libro di Ugo De Cillis: "I frumenti Siciliani" accompagnata da un'interpretazione attuale e da una visione prospettica dei temi trattati.
Si è voluto dare, così, un risalto al lavoro di De Cillis, e cioè i frumenti siciliani, per richiamare l'attenzione sulle risorse genetiche delle piante coltivate e, in particolare, sulle varietà locali, affrontando l'ampia tematica della biodiversità e della sua conservazione.
Le varietà locali hanno una peculiarità che le distingue da tutte le altre risorse genetiche, oltre ad essere "legate" ad un luogo, sono "legate" ad un agricoltore che le ha "custodite" nel tempo, di generazione in generazione. Si tratta, quindi, di un prezioso patrimonio non solo genetico, ma anche storico, culturale e sociale, che deve essere individuato, valutato, conservato e valorizzato, attraverso interventi opportunamente pianificati e coordinati.
Questo lavoro è stato già avviato presso la Stazione Consorziale Sperimentale di Granicoltura per la Sicilia e in questo libro sono riportate le foto di gran parte dei materiali genetici ritrovati in collezione e in alcuni casi ancora in coltivazione, sia di frumento duro che di tenero, già descritti da De Cillis nel suo libro del 1942.

LA BATTAGLIA DEL GRANO
e l'istituzione della Stazione Consorziale
Sperimentale di Granicoltura per la Sicilia

Di Fazio Editore

(p) 2005 - pagg. 18

Desertificazione

LA NUOVA EMERGENZA
DEL BACINO DEL MEDITERRANEO

Atti del convegno tenutosi nel Maggio 2001

(p) 2002 - Pagg. 130

Realizzato dalla Stazione Consorziale
Sperimentale con il contributo della Regione Siciliana.

Per richiedere le pubblicazioni desiderate è sufficiente inviarci una e-mail specificando il vostro nome
e indirizzo, il titolo ed il numero di copie richieste; sarete informati sulle modalità di ricezione.

best viewed at 1024*768